COSA SONO LE LENTI FOTOCROMATICHE

Si parla spesso di lenti fotocromatiche, ma vorrei chiarire che cosa sono, perché la gente le confonde con le lenti antiriflesso o con quelle progressive.

E spesso non sono conosciuti i modi, i tempi e le condizioni che ne permettono il funzionamento al meglio.

Le lenti fotocromatiche sono lenti che si scuriscono alla luce del sole e tornano chiare all’interno o la sera.

Come avviene questo meccanismo?

Noto che molte persone pensano che le lenti diventino scure in base alla quantità di luce che ricevono, ma questo non è esatto.

Le lenti si scuriscono quando vengono colpite dai raggi ultravioletti (UV).

Funziona così: gli UV attivano una reazione chimica per cui certi composti organici, che sono nella sostanza della lente e sono sensibili alla luce, cambiano la loro struttura chimica.

In pratica, le molecole di queste sostanze si aprono come un fiore e fanno cambiare colore alla lente, scurendola.

Viceversa, quando la lente non viene sollecitata dagli UV, le molecole aperte tornano al loro stato iniziale e la lente risulta di nuovo chiara.

Il tutto, cioè il passaggio da chiaro a scuro (e viceversa), avviene in modo graduale a seconda della quantità di raggi UV a cui sono sottoposte le lenti.

Di conseguenza si capisce che maggiore è la quantità di UV, più le lenti sono scure.

Al contrario, una minore quantità di UV lascia la lente più chiara (infatti alla sera o in ambienti chiusi, la lente fotocromatica risulta perfettamente chiara come una normale lente trasparente).

Da questo processo possiamo subito notare alcuni aspetti fondamentali:

  • Le lenti fotocromatiche schermano il 100% degli UV.
  • Le lenti fotocromatiche sono attivate dagli UV e non dalla semplice illuminazione.
  • Le lenti fotocromatiche hanno tempi di reazione chimica che non sono immediati.
  • Le lenti fotocromatiche hanno una colorazione automatica, quindi non controllabile da chi le indossa.

Quindi è bene fare chiarezza sui limiti di queste lenti, che devi assolutamente considerare se stai pensando di fare occhiali con lenti fotocromatiche e snoccioliamo punto per punto.

  • Quando guidi la macchina queste lenti non diventano molto scure, perché i raggi UV non penetrano all’interno dell’abitacolo o attraverso i cristalli; quindi se ti aspetti protezione totale dall’abbagliamento alla guida in una giornata di sole forte non l’avrai!
  • Nelle giornate nuvolose, per quanto l’illuminazione non sia così abbagliante, le lenti fotocromatiche avranno sempre un 20-30% di colorazione perché i raggi UV in minima parte passano attraverso le nuvole e attiveranno le lenti; quindi se ti aspetti una lente totalmente trasparente, in quelle condizioni non l’avrai!
  • Se ti trovi in una zona d’ombra (esempio: sotto l’ombrellone al mare o sotto un albero) arriva sulla lente una quantità di raggi UV diretti o riflessi sufficienti a colorare in parte la lente; quindi se hai necessità di una lente trasparente in questi casi non l’avrai!
  • Se entri all’interno di un locale chiuso e le tue lenti fotocromatiche sono attivate al massimo da una giornata di sole devono trascorrere alcuni minuti prima che la lente torni nuovamente chiara.

Come è fatta una lente fotocromatica?

Nelle lenti di oggi, i materiali fotocromatici vengono inseriti in un substrato ricavato nella parte anteriore della lente.

In questo modo la lente si scurisce in modo uniforme, indipendentemente dal suo spessore.

Perché se una lente fosse più spessa dell’altra avrebbe più materiale fotocromatico e diventerebbe più scura rispetto ad una più sottile con meno materiale fotocromatico.

Di che colore sono le lenti fotocromatiche?

Mi sento poi rivolgere domande sul colore.

Perché le lenti quando si imbruniscono non diventano nere, ma di un colore più scuro in tono con la nuance di partenza.

Esistono 3 tonalità principali che sono quelli che danno più protezione: marrone, grigio e verde.

Di questi 3, non ne esiste uno migliore dell’altro perché dipende dal gusto, dall’abitudine e dalle aspettative personali.

Poi ci sono un bel numero di colorazioni che sono più fashion come i toni ambrati, gli azzurri, etc. che aggiungono un tocco di innovazione alle classiche lenti fotocromatiche.

Infine esistono le lenti fotocromatiche specchiate: quando sono chiare hanno una lieve flashatura che man mano che si scurisce diventa una bella specchiatura tipica degli occhiali più fashion sul mercato.

Quindi oggi le lenti fotocromatiche non sono più le lenti gialline sugli occhiali delle persone di una certa età.

Sono diventate uno strumento necessario nella vita frenetica di ogni giorno.

E se la prima volta fai fatica ad accettarle, dopo averle provate difficilmente torni indietro!

Scroll Up

Informativa

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.