14 ERRORI COMUNI

Sono quasi certo che dopo aver letto questo articolo, dovrai ammettere che anche tu hai commesso almeno 8 dei 14 errori (che sono più del 50%!).

Iniziamo subito, ti schematizzo sotto:

  • Utilizzare gli occhiali di altre persone.

Tipico di tutti. Non preoccuparti, succede, ma deve essere un’esperienza momentanea, non un’abitudine, perché i tuoi parametri non coincidono con quelli di un’altra persona.

  • Acquistare occhiali premontati.

Come dicevo, i tuoi parametri non coincidono con quelli di un’altra persona, quindi gli occhiali premontati come possono essere centrati sulla tua distanza interpupillare?

  • Usare occhiali da sole da bancarella.

Cioè senza il trattamento UV, che poi la funzione primaria dell’occhiale da sole, prima di diventare un accessorio di moda è proprio proteggere dagli UV. Piuttosto stai senza.

  • Accontentarsi di lenti di scarsa qualità.

Succede che per risparmiare un po’, accettiamo occhiali di dubbia provenienza: non c’è niente di più sbagliato!

  • Lasciare sporchi gli occhiali.

Il sudore, l’unto, il salmastro, etc., intaccano la vita dell’occhiale oltre a non farti vedere bene.

Quindi, acqua fresca e sapone ogni mattina: e gli occhiali durano di più.

  • Evitare controlli periodici della vista.

La tua gradazione non dura per sempre, è necessario fare una visita medica per prendersi cura della salute dell’occhio e optometrica per valutare il tuo benessere visivo.

  • Sottovalutare la misurazione della vista.

Lo so, non sempre ne hai voglia, come di andare dal dentista. Però valutare la tua performance visiva è necessario per il tuo benessere.

  • Accettare centrature e misurazioni superficiali.

Ci vuole precisione, un po’ come per trovare un punto su una cartina geografica date le coordinate.

In ottica sono necessarie la distanza tra gli occhi sull’asse orizzontale e l’altezza pupillare sull’asse verticale: in questo modo, puoi essere certo che il centro ottico della lente cada esattamente sul centro visivo del tuo occhio.

  • Trascurare i segnali di possibili problemi visivi.

Devi interpretare i segni e indagare: se oggi con i tuoi occhiali non ci vedi più tanto bene, ma quando li hai fatti ci vedevi bene, forse è cambiato qualcosa ed è necessario che te ne occupi, consultando una figura professionale.

  • Acquistare occhiali senza Dichiarazione di Conformità.

Questo documento ti viene fornito insieme agli occhiali che acquisti ed è necessario per certificare i prodotti che ti vengono venduti.

  • Tacere eventuali problemi di adattamento.

I problemi, quando sei da solo, sembrano giganti. Invece se li condividi con una figura professionale di cui ti fidi, magari riesci a risolverli.

A volte basta poco, se con i tuoi occhiali non ti trovi come vorresti.

  • Pretendere di fare qualsiasi attività con un solo paio di occhiali.

Non penso che tu vada in ufficio la mattina con le scarpe con cui ti vai a fare una corsetta la sera, nello stesso modo, un occhiale che utilizzi confortevolmente quando lavori al computer, magari non va bene per quando vai in bicicletta.

  • Acquistare occhiali per moda o emulazione.

Magari l’occhiale che hai visto in pubblicità o in faccia al tuo capo, su di te non sta bene o non fa al caso tuo.

  • Aspettarsi che un occhiale sia per sempre.

Non è mica un diamante! Le tue esigenze cambiano, la tua gradazione cambia, anche solo la moda cambia!

Alla fine di questo test, tira le somme di quanti errori fai ogni giorno, senza pensarci.

Da oggi, puoi correggerne alcuni, per prenderti cura dei tuoi occhi e dei tuoi occhiali!

Scroll Up

Informativa

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.